Negli ultimi anni, la vendita di immobili all’asta ha raggiunto valori di crescita inimmaginabili per gran parte degli altri settori dell’economia: alla fine del 2016 si sono infatti sfiorate le 100.000 aste annue, con una crescita del 95% rispetto a cinque anni prima, e del 23% rispetto al 2015.

Il numero maggiore di aste si è avuto nelle regioni settentrionali, con la Lombardia in testa, che è passata dalle 7.470 del 2011, alle quasi 20.000 del 2016 (dati dell’Osservatorio Immobiliare Digitale).

Che cosa è un’asta giudiziara?

L’asta giudiziaria è lo strumento attraverso cui si procede alla vendita forzata di un bene.

Perché acquistare un immobile all’asta?

Principalmente per il prezzo.

In media il prezzo base di un immobile alla prima asta è inferiore del 45% rispetto al suo valore di mercato.

In caso di asta deserta, il prezzo scende ancora.

Ci sono poi altri vantaggi rispetto ad una compravendita ordinaria: ad esempio le spese di trasferimento sono tendenzialmente inferiori e non vi sono costi di intermediazione.

Per partecipare all’asta è necessario rivolgersi a dei professionisti?

No.

Allora perché rivolgersi ad un avvocato?

Come appena detto, chiunque, tranne il debitore/proprietario, può partecipare personalmente ad un’asta giudiziaria ed aggiudicarsi il bene.

L’assistenza di un avvocato può però essere utile per diverse ragioni:

(1) per essere ammessi all’asta, occorre che la domanda di partecipazione rispetti tutti i requisiti richiesti dalla legge, altrimenti si rischia l’esclusione;

(2) non tutte le procedure hanno le stesse modalità di partecipazione e le stesse caratteristiche;

(3) prima di decidere di partecipare all’asta, il soggetto interessato dovrebbe valutare attentamente lo stato e le qualità dell’immobile risultanti dalla perizia; un avvocato con specifiche competenze nel settore immobiliare può aiutare il proprio assistito a leggere la perizia ed a comprendere bene le conseguenze di quanto ivi indicato (stato occupazione dell’immobile, eventuali difformità edilizie, eventuali iscrizioni pregiudiziavoli);

(4) l’avvocato è l’unico soggetto che può validamente rappresentare l’offerente, e partecipare all’asta al posto suo, garantendone così l’anonimato;

(5) l’asta giudiziaria è una fase di un processo che si svolge davanti ad un tribunale; l’avvocato monitora, nell’interesse del proprio assistito, il regolare svolgimento della procedura;

(6) in caso di immobile occupato, l’avvocato assiste chi si è aggiudicato il bene nella fase di liberazione.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *